lo streeming di Speedy, compresa la cronaca delle nostre partite

ECCO LA PRIMA INTERVISTA A 

LINDA CAMELLI

a cura di Aga

Aga Linda, intanto BENVENUTA qui al CF Pelletterie. E' un piacere accoglierti
Linda :
Grazie è una piacere per me far parte di questa società e di questa squadra.

Aga Raccontaci un po' di te, del tuo percorso sportivo, del tuo avvicinamento al calcio a 5. 
Linda :
Ho iniziato a giocare a calcio a 11 quando ero piccola, all'età di 9 anni nel Salivoli calcio con i maschi. A 15 anni ho dovuto smettere e tre anni dopo, grazie ad un'amica, ho deciso di provare a giocare a calcio a 5 in maniera amatoriale. La prima esperienza importante l'ho fatta nella stagione appena passata con il Riotorto, disputando la serie C e questo mi ha permesso di confrontarmi con un livello un po' più alto rispetto a quello a cui ero abituata, sia per la difficoltà del campionato sia per quanto riguarda gli allenamenti. L'impegno è stato bello tosto ed all'inizio è stato difficile perchè venivo da un infortunio al crociato, quindi la mia forma l'ho recuperata quasi a fine campionato. Mi sono comunque divertita, sono cresciuta molto a livello tecnico e, soprattutto, a livello mentale.

Aga Com'è avvenuto il contatto con la società CF e quanto ci hai messo ad accettare la proposta?
Linda :
Mi ha contattato Giulio Ottaviani al termine del campionato, parlandomi di quelli che erano gli obiettivi della società e del fatto che cercassero persone giovani da poter crescere. Conoscevo già il CF Pelletterie come squadra perchè ho seguito il loro percorso, mi piaceva già molto anche da fuori e per me è stata davvero una grande soddisfazione personale essere stata chiamata per fare parte di questo gruppo. Ho accettato quasi subito, ero entusiasta ma anche un po' spaventata. Alla fine ho deciso di dire sì perchè certe occasioni non capitano spesso e perchè penso che sia il posto giusto per me per poter migliorare, con umiltà ed impegno.

AgaDa una realtà come il Riotorto al salto in A2. Da 1 a 10 quanta paura hai ?
Linda :
La paura esiste perchè dopo un solo anno in serie C, ritrovarmi in A2 di colpo è un bel salto. La voglia di fare bene e di poter dare un contributo a questo gruppo però c'è altrettanto. Anche solo potermi allenare con giocatrici che hanno molta più esperienza e delle qualità importanti, mi aiuterà a fare quel salto di qualità che ho sempre voluto fare. Non ho fretta, ho intenzione di fare le cose con le tempistiche giuste, entrando in punta di piedi in un gruppo già ben formato.

AgaTi servirà l'esperienza che hai fatto in Rappresentativa Regionale lavorando con mister Suso Rey ?
Linda :
Purtroppo l'esperienza in Rappresentativa è durata poco perchè la Toscana è tornata subito a casa, ma è stata davvero intensa e quei giorni, sommati ai mesi di allenamenti precedenti, mi hanno arricchito davvero tanto. Mister Suso Rey è un professionista, ha dato a me e a quelle che sono state le mie compagne di questa avventura delle visioni nuove di cui tutte sicuramente faremo tesoro. La cosa più importante però che ci ha lasciato è stata la passione con cui svolge il suo lavoro e che ci ha trasmesso nel poco tempo che ha avuto. E' un periodo che non dimenticherò, a livello sportivo ed umano.

AgaPer concludere, cosa ci dobbiamo aspettare da Linda Camelli ?
Linda :
Sicuramente serietà e impegno, che sono la base per poter riuscire a tirare fuori il meglio da un percorso del genere. Non ho paura di faticare e cercherò di ritagliarmi un piccolo spazio per dare il mio contributo sul campo, per poter raggiungere gli obiettivi che la società e la squadra hanno. Se andiamo tutti nella stessa direzione sarà più semplice riuscire ad ottenere quello che vogliamo.

GRAZIE MILLE LINDA E DI NUOVO BENVENUTA TRA NOI !!!