ECCO LA PRIMA INTERVISTA A 

MARIA PEREZ PEREIRA

a cura di Aga

Aga Ciao Maria. Prima di tutto voglio dirti che qui al CF Pelletterie siamo tutti veramente felici del tuo arrivo.
Maria :
Scusa se arrossisco..... Grazie molte e anch'io sono molto contenta !!!!

AgaLo sai, i tifosi sono curiosi e si sono sicuramente informati. Però, per chi non lo ha fatto, racconta un po' di te, che giocatrice sei e che ragazza sei. 
Maria :
Come giocatrice credo di avere una buona base tattica e il pallone tra i piedi non mi brucia. Mi adatto a qualsiasi ruolo, anche se in Italia maggiormente ho giocato ala o ultimo. Mi piace "provare" a costruire il gioco e vedo prima il servizio alla compagna che il tiro. Quindi se segna una compagna di squadra sono felice lo stesso come se avvessi fatto gol io. Sono sempre pronta a mettermi in gioco per continuare ad imparare e a migliorarmi. Come ragazza sono trasparente e positiva e quello che penso mi si legge in faccia. Mi piace viaggiare, conoscere cose nuove. Ho due grandi passioni, il calcio a 5 naturalmente e l'architettura, che è la cosa che un domani spero sarà la mia professione e che ora faccio nel tempo libero!

Aga Prima dell'Italia giocavi a La Coruña. Quanto ti è pesato lasciare la tua Spagna?
Maria :
Nella squadra di La Coruña mi sono trasferita per iscivermi all'Università di Architettura e per tutti i 6 anni fino alla laurea ho giocato là, avendo la fortuna di avere grandi allenatori. Ero a 190 km da casa mia, ma comunque sempre in Galizia. Arrivare a Roma è stato un bel cambiamento, una città enorme, senza conoscere la lingua. Poi il gioco in Italia è molto diverso. Il primo anno soprattutto mi pesava stare lontano dalla famiglia e dal mare, e poi anche dal cibo, perchè in Galizia si mangia bene !!

AgaPoi hai vestito le maglie, oltre che dell'Acquedotto Roma, anche di Luparense, Thiene e Futsal Breganze, proprio un bel girovagare !
Maria :
A Roma, in una città veramenta tanto grande, sono stata due anni poi ho voluto conoscere altre realtà. Lì ho lasciato grandi amiche ed ho bei ricordi di quella tappa. Alla Lupe è stato un anno calcisticamente importante, peccato che quella realtà sia sparita, perchè era una bella società e avrebbe potuto fare delle cose importanti. Poi mi ero trovata bene in Veneto quindi ho preferito rimanere in zona trasferendomi a Thiene. Fino ad ora ho abitato qua ed è stata una scoperta come cittadina! Breganze e Thiene distano solo 10 minuti. Alla fine penso che ogni anno sono cresciuta un po', sia come giocatrice che come persona, grazie a tutta la gente (ora amici), che ho incontrato nel mio percorso.

Aga Ed ora eccoti a Firenze. Com'è nata e come si è svolta la trattativa col nostro grande d.s. Giulio Ottaviani che ti ha poi portato ad accettare il trasferimento al CF?
Maria :
Mi sono sentita con Giulio e subito lui mi ha mostrato il suo interesse. Mi è piaciuta la sua concretezza, è stato chiaro e diretto, senza fare mille giri di parole. Poi mi ha affascinato la voglia da parte della società di affrontare questo duro campionato e il fatto che hanno dimostrato di avere tanta fiducia in me come giocatrice.

Aga La scorsa stagione ti ha fermato un infortunio. Come stai e come va il tuo recupero?
Maria :
E' stata sicuramente la stagione più difficile che abbia mai vissuto. Mai avevo dovuto fare i conti con un infortunio che mi tenesse tanto tempo fuori dal campo. Per fortuna tutto è andato alla grande, sia l'operazione che il percorso riabilitativo. Ancora adesso continuo ad allenarmi e continuerò a farlo fino all'inizio della preparazione. Certo, dovrò riprendere i ritmi e ci vorrà un po' di tempo per tornare al 100%, ma non vedo l'ora di rimettermi in campo.

Aga Cosa conosci della nostra squadra? Entrerai in un gruppo nuovo dove comunque ci sono due tue connazionali, Paula Pasos e Carla Duco, anche lei arrivata ora.
Maria :
Sì, entro in un gruppo che non conosco, ma è un gruppo consolidato, lo staff e il blocco storico delle ragazze sono insieme da tempo, per cui l'adattamento credo sarà più veloce. Poi so che c'è una buona base di giocatrici, che si sono guadagnate la serie A, e questo è una cosa bella perchè lotteranno ancora insieme per confermarsi, ed il fatto che esiste tra loro questo legame è sempre una motivazione in più. Paula e Carla ancora non le conosco personalmente, ma mi hanno parlato tutti molto bene di loro, così come di tutte le ragazze in generale. Comunque è sempre bello avere qualche connazionale con cui ogni tanto scambiare due parole in spagnolo !

Aga Siamo una neo promossa in serie A1 e ci sarà da battagliare e soffrire ogni domenica, in un campionato di altissimo livello. Ti senti pronta a dare il tuo contributo?
Maria :
Certo, sicuramente sì. Mi metterò a disposizione della squadra e cercherò di dare il mio meglio ogni domenica.

Aga Come sempre in questi casi, la conclusione è dedicata ai messaggi ai tifosi. La parola a te.........
Maria :
Ai tifosi? Allora: il salto dalla A2 alla A1 è veramente tosto e ci sarà bisogno del VOSTRO sostegno per raggiungere insieme gli obiettivi. Sono convinta che ci sarà un bello spettacolo e con il vostro aiuto e incitamento dobbiamo fare del Palazzetto dello Sport di Scandicci il nostro fortino. NOI ce la metteremo proprio tutta !!!!

MUCHAS GRACIAS MARIA